Impostazione di un Home Theatre | Migliorie Di Casa | it.wollereyblog.com

Impostazione di un Home Theatre





Non ci sono regole rigide per ciò che trasforma una stanza con un televisore in un "home theater" a tutti gli effetti. Per lo meno è un'immagine più grande e migliore con un suono più grande e migliore. Ma non sono solo i drogati dell'elettronica e i vincitori della lotteria che stanno entrando in casa per i sistemi di home theater. Le famiglie che desiderano un'esperienza cinematografica più coinvolgente - meno i popcorn troppo cari - stanno migliorando, grazie a opzioni economiche per quasi tutti i budget.

Per creare un home theater nella tua casa, devi prima preparare una stanza, sia che si tratti del seminterrato, della soffitta o della camera da letto di un figlio o di una figlia di un college. Quindi dovrai acquisire i componenti necessari: TV, ricevitore, lettore DVD, altoparlanti. Alla fine, dovrai mettere tutto insieme. Durante tutto il processo, ricorda che alla fine ciò che è importante non è la nuova tecnologia accattivante o le specifiche killer, ma quanto è comodo e piacevole il tuo home theater. E se ci sono abbastanza Milk Duds.





Passaggio 1: preparare la stanza

Senza una stanza propriamente attrezzata, anche l'attrezzatura home theatre top-of-the-line non sarà brillante. Per quelli con un budget da un milione di dollari, questo significa muri di cemento spessi senza finestre, porte a nucleo solido con cortili di calpestio e pannelli acustici che assorbono il suono sulle pareti e sul soffitto. Ma per il resto di noi che vogliono solo riadattare un angolo del seminterrato o della stanza dei bambini, ci sono alcune cose semplici che possono essere fatte per migliorare l'acustica e l'illuminazione di qualsiasi spazio.

Inizia con una stanza rettangolare con il minor numero possibile di porte e finestre. Pavimenti aperti e soffitti a volta rendono più difficile mantenere gli effetti sonori e l'abbaiare del cane del vicino. Se la stanza ha una forma strana, traccia uno spazio rettangolare (o almeno simmetrico) al suo interno per il trattamento del teatro domestico.

Quindi, coprire i pavimenti. Il cemento nudo, il legno e le piastrelle riflettono le onde sonore, che possono intorpidire i dialoghi di un film e rendere gli effetti sonori duri. Prova ad aggiungere moquette o un tappeto per la zona e ad allestire la stanza con mobili imbottiti per assorbire le onde sonore errate. Lo stesso vale per i muri e le finestre: un dipinto, uno scaffale per libri o tende poste ai lati della stanza assorbiranno il rumore indesiderato. Le tende spesse sopra le finestre sono doppiamente intelligenti perché vuoi che il tuo home theater sia scuro: troppa luce aumenta l'abbagliamento dello schermo e riduce il contrasto. Tieni presente, tuttavia, che fissando uno schermo illuminato in una stanza altrimenti buia alla fine ti affaticheranno gli occhi. L'installazione di interruttori dimmer su apparecchi di illuminazione ti aiuterà a trovare il mezzo felice.

Passaggio 1: selezione dei componenti

televisori
Ci sono due cose a cui prestare attenzione quando si acquista un televisore: forma e dimensioni. Per guardare i film nel loro formato widescreen originale, avrai bisogno di un televisore con un formato 16: 9 di forma rettangolare invece del tradizionale 4: 3 squadrato. Sizewise, vai per lo schermo più grande che ti puoi permettere; 27 pollici è probabilmente il minimo indispensabile. Per una visualizzazione ottimale, la distanza tra il visualizzatore e lo schermo dovrebbe essere pari a circa tre volte la dimensione dello schermo. Quindi una TV da 40 pollici è meglio visualizzata da una distanza di 10 piedi (120 pollici). Scopri dove si troveranno la televisione e i posti a sedere e calcoli di conseguenza le dimensioni dello schermo.E ricorda: qualunque TV tu scelga, misurala per assicurarti che vada bene attraverso la porta.

Tubo a raggi catodici. Sorprendentemente, i set CRT vecchio stile hanno tra le immagini più nitide - e spesso i prezzi più bassi ($ 500 - $ 2,500). I nuovi CRT a schermo piatto eliminano la distorsione che affligge i bordi curvi dei modelli precedenti, e la maggior parte può visualizzare i formati widescreen dei DVD (anche se a volte con un leggero ritaglio dell'immagine). Sfortunatamente, i tubi diventano troppo lunghi e pesanti per rendere pratici i set di produzione più grandi di 40 pollici.

Retroproiezione. I cosiddetti televisori a grande schermo offrono la maggior parte dello schermo - fino a 80 pollici - per i soldi. Producono qualità near CRT in un pacchetto molto più sottile pur rimanendo relativamente economici ($ 1.500 per un 45 pollici). Lo svantaggio è che l'immagine può apparire oscurata se vista da un angolo.

Al plasma a schermo. Questi televisori sono così leggeri e sottili - solo da 3 a 5 pollici di profondità - puoi appenderli al muro; sono anche costosi ($ 4000 e oltre). E mentre i modelli più recenti sono nitidi e luminosi come i display CRT, le immagini in rapido movimento tendono a sfocare. Inoltre, tieni presente che ogni volta che guardi le trasmissioni tradizionali, dovrai sopportare le barre verticali su ciascun lato dell'immagine (o la distorsione se utilizzi la funzione di riempimento dello schermo).

Front-proiezione. Se vuoi dimensioni dello schermo virtualmente illimitate e avere un portafoglio praticamente senza fondo, questo è per te. I set di proiezione anteriore inviano l'immagine attraverso la stanza su uno schermo, proprio come un proiettore di film tradizionale. I prezzi vanno da $ 1.000 a oltre $ 50.000.

Una nota sull'HDTV: La televisione ad alta definizione è un tipo di segnale digitale che trasporta un'immagine più dettagliata ed è codificata con informazioni sul suono surround. Tutti i televisori sopra citati sono disponibili in modelli compatibili con HDTV (anche se potrebbe essere necessario un sintonizzatore di decodifica HDTV separato), che a causa della maggiore risoluzione dello schermo può essere visualizzato da una distanza molto più ravvicinata - circa la metà di quella di un display tradizionale. La FCC ha recentemente deciso che tutti i programmi televisivi devono essere trasmessi in formato digitale entro il 2006.

Altoparlanti

Per riprodurre l'autentica esperienza cinematografica a casa, è necessario non solo i componenti visivi ma anche quelli audio, in genere cinque altoparlanti e un subwoofer. Questa configurazione è basata sulla tecnologia Dolby Digital 5.1, che suddivide l'audio in sei "canali", ciascuno destinato a un altoparlante separato: dialoghi a uno dei tre altoparlanti anteriori, suoni ambientali a un paio di altoparlanti posteriori (o "surround"), e bracci "di fine del mondo" a bassa frequenza al subwoofer.

Potenza. Il watt è un buon indicatore di quanto un diffusore possa suonare senza distorsioni, ma è sufficiente per alimentare un concerto Who che verrà sprecato in una stanza 8-per-12. Invece, scegli gli altoparlanti che sono strettamente abbinati alla valutazione dei watt per canale del tuo ricevitore. Ciò garantisce che i diffusori non saranno fritti dal climax del film. (Non preoccuparti di piccole differenze di potenza, per raddoppiare il volume, hai bisogno di dieci, non due volte la potenza).

Ohm. Sebbene alcuni diffusori siano disponibili in versioni da 4 e 6 ohm, incollare con unità standard da 8 ohm. Più basso è il valore ohm, maggiore è l'elettricità necessaria per generare lo stesso volume, che può causare il surriscaldamento del ricevitore. Se ti innamori del suono proveniente da altoparlanti da 4 o 6 ohm, assicurati almeno che il ricevitore sia compatibile.

Schermatura magnetica. Gli altoparlanti posizionati a pochi metri da un televisore CRT devono essere schermati per evitare che interferiscano con l'immagine. (Altri tipi di TV sono sicuri).

Lettori DVD
Se le centinaia di opzioni di programmazione offerte dal tuo fornitore di servizi via cavo o via satellite non sono sufficienti, è bello sapere che puoi sempre raggiungere l'archivio video per prendere un DVD.

DVD a scansione progressiva. Vale la pena spendere un po 'di più per un lettore DVD con questa funzione ($ 130 e oltre). A differenza della tradizionale scansione interlacciata, che dapprima dipinge ogni altra linea sullo schermo e poi torna indietro e riempie il resto, la scansione progressiva li dipinge tutti contemporaneamente, creando un'immagine più uniforme. E se non si desidera un'intervallo durante i film su più dischi, procurarsi un lettore con un multilettore.

Videoregistratori digitali (spesso chiamato VCR digitale). I DVR, come TiVo e ReplayTV (da $ 200 in su), funzionano molto come i personal computer, registrando la programmazione da cavo o da una parabola satellitare su un disco rigido. I modelli più recenti possono persino masterizzare copie di un film o di un programma televisivo utilizzando un registratore DVD integrato ($ 1.000).

Registratori di videocassette. A differenza dei DVD, i videoregistratori non hanno capacità widescreen o surround-sound, ma non lanciare ancora quella vecchia. Poiché i produttori di DVD non hanno concordato un formato di registrazione universale, la videocassetta rimane il mezzo più affidabile ed economico per la registrazione di filmati.

Uscite video Per l'immagine più nitida, scegli un lettore con Component Video (un trio di prese RCA rosso, verde e blu) o S-Video (un jack rotondo con quattro fori) e non compositi Video compositi di qualità inferiore (un singolo RCA giallo Jack). Assicurati che la tua TV abbia ingressi da abbinare.

ricevitori

Come sa ogni suono dove andare? Questo è il lavoro del ricevente. Il ricevitore decodifica i segnali dagli ingressi (lettore DVD, antenna parabolica, televisione via cavo) e li indirizza verso le uscite corrette (televisore e altoparlanti). Sebbene le differenze tra modelli anche a prezzi dispari possono essere sottili, ci sono alcune variabili importanti da considerare.

Formati audio surround Come minimo, seleziona un dispositivo compatibile con Dolby Digital 5.1 - questo è lo standard corrente per la maggior parte dei DVD. Se stai pensando a lungo termine, tuttavia, considera Dolby Digital Surround EX o Digital Theater System ES. Invece di sei canali audio, questi formati si dividono il segnale in sette o otto canali (per i quali sono necessari sette o otto diffusori), il che promette di creare un'esperienza di ascolto ancora più realistica. Invece di scegliere tra i formati concorrenti, scegli un ricevitore in grado di elaborare entrambi ($ 1.000 - $ 5000).

Amplificatori. Mentre la maggior parte dei ricevitori viene fornita in bundle con un pre-amplificatore per equalizzare il segnale audio e un amplificatore per aumentarla, questi componenti possono anche essere acquistati separatamente. Gli amplificatori pre e power stand-alone ti offrono la possibilità di perfezionare e aggiornare più facilmente i singoli altoparlanti e ti consentiranno di generare un suono superiore, soprattutto a volumi elevati, ma il costo aggiuntivo può sommarsi ($ 1.000 - $ 10.000 per unità) .

Energia. Sia che gli amplificatori siano integrati o meno, assicurati di avere un ricevitore che fornisca almeno 100 watt continui (piuttosto che di picco) per canale (le lettere "RMS" dovrebbero apparire accanto al wattaggio) e ha abbastanza uscite per connettersi tutti i tuoi altoparlanti.

Telecomandi

I telecomandi sono diventati sorprendentemente avanzati: puoi spendere migliaia di dollari su un telecomando a comando vocale che oscura le luci, avvia il film e accende il popcorn se dici semplicemente "per favore". Ma ci sono anche dispositivi meno costosi che possono ridurre l'ingombro del tavolino da caffè. (Qualunque sia il telecomando che scegli, ricorda che una tastiera illuminata o uno schermo retroilluminato renderà più facile operare in situazioni di scarsa illuminazione.)

Telecomandi universali. Questi sono pre-programmati per controllare centinaia di dispositivi da una varietà di produttori, quindi è necessaria poca installazione, basta scattare e fare zapping. Sono anche utili come sostituti per i telecomandi persi. Ma diventano obsoleti non appena nuovi strumenti raggiungono il mercato ($ 20 in su).

Telecomandi di apprendimento. Più adattabili sono i remoti di apprendimento ($ 30- $ 250), che possono "acquisire" funzioni da altri telecomandi leggendo e registrando i loro segnali a infrarossi. La maggior parte può gestire fino a 10 dispositivi separati e avere la possibilità di memorizzare "macro" - sequenze di comandi personalizzate che attivano diverse funzioni con la semplice pressione di un pulsante.

Frequenza radio / infrarossi. Se hai intenzione di riporre la tua attrezzatura in un cabinet chiuso, scegli un telecomando a radiofrequenza (RF) piuttosto che uno a infrarossi standard (IR). Le onde radio viaggiano attraverso porte, muri, persino pavimenti, e il telecomando non deve essere puntato in nessuna direzione particolare. (Se i componenti che è necessario controllare non sono dotati di RF, scegliere un sistema remoto che consenta di aggiornare l'apparecchiatura IR con i recettori RF autoadesivi.)

fili
La tecnologia wireless non è ancora sufficientemente raffinata per collegare in modo soddisfacente le apparecchiature audio surround hi-fi, quindi gli ultimi elementi che dovrai gettare nel carrello sono alcuni cavi e fili. La fascia di prezzo qui è più ampia rispetto a qualsiasi altro componente - da 15 ¢ a piede a oltre $ 1.000 (!) - ma non si dà per scontato che i fantasiosi fili d'oro o d'argento siano la strada da percorrere. La chiave per un buon cavo è la sua capacità di isolare il segnale che trasmette da interferenze, quindi acquista i migliori schermi che ti puoi permettere. Per i cavi video, scegli quelli con 75 ohm, una necessità per trasmettere i segnali HDTV senza intoppi; per il cavo dell'altoparlante, optare per il cablaggio in rame privo di ossigeno al 99,99 percento destinato specificamente all'utilizzo audio. Se l'estetica è così importante come le prestazioni, considera il cavo piatto per altoparlanti, che è sottile come una carta di credito, abbastanza flessibile da girare gli angoli e pronto per essere montato su pareti e soffitto e tappezzato o verniciato. (Allo stesso modo vengono sviluppati anche interconnessioni a basso profilo.) Indipendentemente dal tipo di cavi utilizzati, quando si collega, assicurarsi che le connessioni siano pulite e aderenti.

Passaggio 3: impostazione del sistema

L'idea è di rendere il tuo home theater più simile alla realtà possibile. Il display deve essere davanti e al centro, non lateralmente, in modo che le persone debbano tendere il collo e all'altezza degli occhi. I registi di solito giocano al posto centrale 10 file indietro; a casa, questo si traduce in circa tre volte la dimensione diagonale dello schermo per le TV tradizionali e una volta e mezza per le immagini HDTV. Gli altoparlanti suonano meglio quando sono su supporti o montati sul muro piuttosto che in cima a scaffali o armadi. I tre altoparlanti anteriori dovrebbero formare una linea con la TV, parallela all'area di seduta; i due altoparlanti posteriori devono essere posizionati l'uno di fronte all'altro su entrambi i lati degli ascoltatori, leggermente al di sopra del livello delle orecchie. Importa meno dove è posizionato il subwoofer, ma per il miglior effetto di rombo, mettilo sul pavimento dietro l'area salotto o contro un muro.

Quando impilate la vostra attrezzatura, assicuratevi che ci siano almeno 8 pollici tra il retro dei componenti e la parete o il retro dell'armadio per consentire una facile installazione, manutenzione e ventilazione. I ricevitori generano più calore, quindi devono salire in cima alla pila o sul proprio ripiano con almeno 2 pollici di spazio per la testa e un percorso libero per sfuggire al calore.

Evitare di raggruppare fili e cavi o metterli vicino a cavi di alimentazione; entrambe le pratiche aumenteranno le interferenze e diminuiranno la qualità del segnale. E mantienili il più corti possibile (ma senza mai arrotolarli con una cravatta). Prima di tagliare i cavi degli altoparlanti alla loro lunghezza finale, prova l'attrezzatura per assicurarti che tutto appaia e suoni bene.

Sistemi all-in-one

Se acquisire tutti i componenti individualmente sembra un problema, puoi sempre mantenerlo semplice e prendere un home-theatre in una scatola ($ 300? $ 3000). Con un pacchetto economico, avrai quasi tutto il necessario per una configurazione di base: un ricevitore / lettore DVD integrato, un set completo di altoparlanti incluso un subwoofer, persino i fili per collegare tutto. (Fornisci il televisore.) Oltre ad essere estremamente facile da installare - basta decomprimere e collegare - i sistemi all-in-one eliminano la necessità di capire se i componenti di diversi produttori saranno compatibili. Un avvertimento: avrai un'aggiornabilità limitata. A seconda di come è integrato il sistema, potresti dover buttare tutto per ottenere un lettore DVD migliore.

Dove trovarlo:

Per assistenza nella ricerca di progettisti e acustici per l'home theater nella tua zona, contatta l'Associazione di progettazione e installazione elettronica personalizzata
www.cedia.ne)

Articolo Precedente

Blogger prima e dopo: rifacimento ufficio aromatizzato in spiaggia

Articolo Successivo

Come costruire un apribottiglie a goccia magnetica in legno